Il Museo Novecento di Firenze celebra il Giorno della Memoria

Museo Novecento, Firenze
Giorno della Memoria
27 gennaio 2021

Pitchipoi
un’opera di Claire Fontaine
a cura di Paola Ugolini

Manni
un film di Riccardo Iacopino
da un racconto di Giorgio van Straten

Per il terzo anno consecutivo, il Museo Novecento di Firenze celebra il Giorno della Memoria, e questo 27 gennaio 2021 lo fa con un doppio appuntamento. Nella parte coperta del loggiato all’esterno del museo, proprio a fianco della targa che ricorda l’uso che venne fatto delle Leopoldine come luogo di reclusione per prigionieri politici ed ebrei, verrà installata lai scritta al Led Pitchipoi, un’opera del collettivo Claire Fontaine, già presente in facciata con la grande frase luminosa Siamo con voi nella notte. All’interno del museo, nella sala cinema, verrà proiettato invece per l’intera giornata, il film Manni di Riccardo Iacopino, prodotto dal Museo Novecento e realizzato a partire da un racconto di Giorgio van Straten, che in questa occasione si presenta anche nella veste di ‘attore’ protagonista. Continua a leggere

Due mostre su Henri Moore al Museo Novecento

Museo Novecento, Firenze 
Henry Moore
Il disegno dello scultore 

A cura di Sergio Risaliti e Sebastiano Barassi
in collaborazione con la Henry Moore Foundation
Sino al 18 luglio 2021

Henry Moore torna a Firenze. A quasi cinquant’anni (era il 1972) dalla memorabile mostra al Forte di Belvedere che vide protagonista il maestro della scultura inglese, il Museo Novecento decide di rendergli omaggio con “Henry Moore. Il disegno dello scultore”, mostra curata da Sebastiano Barassi, Head of Henry Moore Collections and Exhibitions e Sergio Risaliti, Direttore artistico del Museo Novecento. La mostra, organizzata in collaborazione con la Henry Moore Foundation, con il contributo di Banca Monte dei Paschi di Siena, sino al 18 luglio 2021 vedrà il museo fiorentino ospitare una corposa selezione di disegni, circa settanta, assieme a grafiche e sculture.  Continua a leggere

Grandi lavori alla Gipsoteca della Galleria dell’Accademia di Firenze

GALLERIA DELL’ACCADEMIA DI FIRENZE
Grandi lavori alla Gipsoteca
al via la campagna fotografica e di conservazione dei gessi
e la digitalizzazione dell’Archivio Bartolini

La Galleria dell’Accademia di Firenze è in grande fermento. In questo momento di lockdown forzato, numerosi sono i cantieri in corso per rendere il museo più funzionale e accogliente in vista della prossima riapertura al pubblico. Dopo la Sala del Colosso, dove i lavori sono ancora in itinere, è la volta della Gipsoteca che necessita sia di importanti interventi di ordine strutturale che legati all’impianto di climatizzazione. Continua a leggere

Nasce il concorso fotografico Cherchez la femme

Crumb Gallery e ReWriters
presentano
CHERCHEZ LA FEMME
concorso fotografico
2021 prima edizione
APERTE LE ISCRIZIONI

Dalla collaborazione tra Crumb Gallery Firenze #womeninart e ReWriters Magazine nasce il concorso fotografico Cherchez la femme.

Cherchez la femme è una frase che ha iniziato la sua fortuna dalle pagine di un geniale misogino, lo scrittore francese Alexandre Dumas. Quando c’è un problema, un guaio, un delitto, un affare andato storto, cherchez la femme, cercate la donna! State pur sicuri che dietro ce n’è sempre una. Le donne “elles sont au centre de toutes les affaires” dice infatti Joseph Fouch, protagonista del romanzo di Dumas (padre). Continua a leggere

Collezione Roberto Casamonti: Il Pegaso di Marco Lodola

Collezione Roberto Casamonti
Il Pegaso di Marco Lodola
fino al 10 gennaio 2021
dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 19.00

Cortile del Palazzo Bartolini Salimbeni
Firenze Piazza Santa Trinita

La Collezione Roberto Casamonti in Palazzo Bartolini Salimbeni a Firenze è al momento chiusa al pubblico causa emergenza dovuta alla pandemia ma le sue porte rimangono aperte, non solo idealmente, per ospitare, nel raffinato cortile cinquecentesco, il Pegaso opera dell’artista Marco Lodola. Un segno di luce e di speranza che Roberto Casamonti vuole offrire come regalo di Natale ai visitatori, anche solo di passaggio per via Tornabuoni. Continua a leggere

La Galleria dell’Accademia di Firenze presenta In una notte piena di stelle

La Galleria dell’Accademia di Firenze
presenta
IN UNA NOTTE PIENA DI STELLE
un video racconto
un regalo di Natale per tutte le famiglie

online sul canale YouTube della Galleria da mercoledì 23 dicembre

“La storia che vi racconteremo risale a oltre due millenni fa. Fu una notte magica in cui accaddero molti eventi straordinari; una notte molto fredda ma anche piena di stelle, nella quale Maria dette alla luce il suo Bambino, Gesù…” Così inizia “In una notte piena di stelle” un video racconto che la Galleria dell’Accademia di Firenze ha preparato in occasione del Natale come regalo speciale ai bambini e alle loro famiglie, ideato dal direttore Cecilie Hollberg insieme a Graziella Cirri, responsabile dei servizi educativi del museo, che sarà online sul canale YouTube della Galleria da mercoledì 23 dicembre. Continua a leggere

WONDERFUL! Premio a sostegno dell’arte italiana

WONDERFUL!
Premio a sostegno dell’arte italiana
Museo Novecento, Firenze

Nasce Wonderful
premio per 4 giovani artisti under 40
a cui destinare premi in denaro per un totale di 20mila euro

Firenze, 14 dicembre 2020 – Dalle parole ai fatti è lo statement del Museo Novecento che lancia la prima edizione di WONDERFUL!, premio a sostegno dell’arte Italiana indirizzato ad artisti e collettivi under 40, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze in collaborazione con MUS.E e realizzato grazie all’impegno di Publiacqua, sempre al fianco dell’arte contemporanea. Il contributo, del valore di 5.000 euro, è destinato al sostegno dell’attività di giovani artisti e collettivi nati e/o residenti in Italia, che potranno partecipare alla selezione inviando la propria candidatura attraverso la open call pubblicata sul sito del museo entro il mese di dicembre. Continua a leggere

Un volume per celebrare i 950 anni della Cattedrale di San Martino

San Martino a Lucca. Storie della cattedrale
PubliEd
Numerosi contributi e un imponente apparato fotografico

Un “florilegio di architetture”, uno straordinario esempio di stratificazione artistica e architettonica: sono i tratti distintivi del Duomo di San Martino, giunto a soli 50 anni dalla soglia del millennio di vita. Un traguardo – quello dei 950 anni, appunto – raggiunto quest’anno: una ricorrenza troppo importante per non essere celebrata con qualcosa che non fosse improntato all’effimero dettato dai moderni social network. Ad esempio, con un libro, che, come i diamanti, “è per sempre”. Ecco, quindi, il bellissimo ed emozionante volume “San Martino a Lucca. Storie della cattedrale”, pensato dalla casa editrice PubliEd di Romano Citti proprio per celebrare i 950 anni della Chiesa Madre di Lucca e “raccontato” dai massimi esperti della materia e accompagnato da una sequenza di fotografie a metà fra la documentazione e l’arte. Continua a leggere

A cosa serve la storia dell’arte, Luca Nannipieri per Skira

In libreria dal 10 dicembre 2020
Luca Nannipieri

A cosa serve la storia dell’arte
Skira, 2020
pp. 217, 19 euro

La storia dell’arte ha bisogno non soltanto di studi specifici su singoli artisti, movimenti, stili, secoli, geografie, tendenze, ma anche di libri che meditino sulle fondamenta, sulle questioni fondative, sulle domande prime: a cosa serve la storia dell’arte? Qual è il compito dello storico dell’arte? Perché si conservano i manufatti e le opere? Cosa muove le comunità e i popoli quando preservano o distruggono i simboli e le testimonianze ricevuti dal passato? Continua a leggere

Racconti d’interno: Tina Sgrò alla Crumb Gallery

Racconti d’interno
Tina Sgrò
Crumb Gallery
Via San Gallo 191 rosso, Firenze

10 dicembre 2020 – 15 gennaio 2021
inaugurazione giovedì 10 dicembre, ore 18.00

Crumb Gallery Firenze inaugura giovedì 10 dicembre 2020 la mostra Racconti d’interno dell’artista Tina Sgrò. Racconti d’interno, parafrasando il titolo del celebre romanzo di Karen Blixen, presenta una ventina di opere di diverso formato, alcune realizzate per questa occasione dalla pittrice di origine calabrese. Un tempo sospeso, fatto di ricordi, anima questi dipinti la cui dimensione poetica è creata da una pennellata franta, impastata di luce. Scene di interni, stanze vuote dove gli oggetti che lì permangono – lampade, poltrone, sedie, tavoli, tende, teiere, vasi, fiori – sono ancora impregnati della presenza umana che in questi luoghi ha vissuto, forse ha soggiornato brevemente e che ha abbandonato. Continua a leggere